Cofinanziamento UE per digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese nell'ambito del POR FESR Liguria 2014-2020

All’interno del bando “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale”, h2boat s.r.l. ha usufruito di un cofinanziamento che si è sviluppato secondo queste linee di intervento.


Descrizione intervento

Acquisto di hardware per dotare i dipendenti di pc portatili per poter operare con materiale aziendale in regime di smart working per adeguarsi ai nuovi scenari. Acquisto hardware per creare nuova struttura informatica che permetta accesso ai dati aziendali da remoto con la massima flessibilità operazionale dettata dallo smart working e con la massima sicurezza richiesta delle leggi sulla privacy. Inteso spazi virtuali di web hosting, monitor e tastiere per dotazioni personali per ottimizzare gli spazi di lavoro sia all’interno dell’azienda che nelle abitazioni dei dipendenti. Consulenze in ambito sia tecnico informatico per la creazione della rete, sia per l’adeguamento della nuova rete ad alti standard di sicurezza informatica, sia per la rete, che per il sito web, che per le mail aziendali


Valutazione tecnico-economica del progetto, in particolare congruenza tra finanziamento richiesto e risultati attesi

Il finanziamento andrà a migliorare l’efficienza del lavoro per tutti i singoli dipendenti grazie ad una importante digitalizzazione delle pratiche aziendali nell’ottica dello smartworking e dalla cybersecurity. Verranno inoltre adottate tecnologie per la condivisione on line di spazi virtuali e videoconferenze, per facilitare il lavoro sia nell’attività ordinaria sia nella fase emergenziale che stiamo vivendo. La digitalizzazione permette una maggiore fruibilità strettamente legata allo smartworking, ma impone anche elevati standard di sicurezza nell’accessibilità ai dati, quindi la creazione di un adeguata struttura informatica sia lato hardware che software diventa essenziale


Descrizione della situazione ante investimento in termini di dotazioni hardware e dispositivi accessori, software, brevetti, licenze, servizi tecnologici e/o sistemi digitali

L’azienda, considerando la nuova costituzione non possiede una definita situazione. Sicuramente si ravvede la necessità di implementare sin da subiuto criteri di conduzione aziendali improntati ad una elevata digitalizzazione dei sistemi produttivi. Questo è quanto emerso dallo stato di necessità che si è creato con l’epidemia del COVID19. La modalità di lavoro agile è il fulcro di una progettazione aziendale improntata all’utilizzo massiccio delle nuove tecnologie e dei nuovi standard che regolano i processi dell’industria 4.0


Contributo delle azioni di innovazione tecnologica alla creazione o al miglioramento dei prodotti dell’impresa, per una miglior presenza competitiva sui mercati di riferimento

Nell’ottica di un consolidamento dell’impresa nel mercato di riferimento è necessario sviluppare una piattaforma di digital marketing che pubblicizzi il brand aziendale. Queste forme di presentazione dell’azienda necessitano di vetrine informatiche funzionali e capaci di operare in sicurezza e con il rispetto della privacy. Inoltre è fondamentale che il flusso delle informazioni e la capacità di interconnettersi con il mondo esterno sia stabile ed efficiente e caratterizzato da un alta velocità operativa. Le richieste di clienti che accedono agli spazi virtuali dell’azienda devono trovare riscontro in una capacità tecnologica adeguata alle aspettative del cliente. Poter accedere a dati e contenuti da remoto è alla base dello smartworking. Questo però impone un innalzamento degli standard di cybersecurity per non incorrere in danni di immagine o in violazioni di privacy o attacchi esterni.